L'Incontro - Andrea Bocelli

Mentre, come un gigante, fra le braccio
Fiero e felice stringo il mio piccino
E il corpicino tenero, innocente,
Fragile e vivo come un uccellino
Contro il mio petto preme,
Abbandonato, quieto e sicuro
Mezzo addormentato, per qualche
istante, quasi dolcemente
M'appare come in sogno il mio destino.
Cos? mi vedo vecchio e rassegnato
Seduto l?, nel canto del camino
Ad aspettar con l'ansia
d'un bambino, la sera
Per vederlo all'improvviso
Rientrare con il dono d'un sorriso
D'una parola, d'una gentilezza
? come una promessa che consola
La gioia immensa di una sua carezza
Poi mi riscuoto e
gi? ho dimenticato
Ma dentro di me, l'anima rapita
M'avverte che quel bimbo appena nato
Gi? vale pi? della mia stessa vita.

? e restai davanti a lui per un po'
e ascoltai nell'aria poi l'afferai
Lui apr? la mano e poi
mi tocc? il naso sfior? la bocca

Io l'abbracciai ed il mondo gir? di pi?
Intorno a noi ogni cosa poi fior?

E restai davanti a lui per un po'
E fu li che il tempo ci ritrov?

Lui apr? la mano e poi mi tocc? il naso
ed io sorrisi

Io l'abbracciai ed il mondo gir? di pi?
Intorno a noi ogni cosa poi fior?

Il mondo ? un puntino di luce blu
Che gira e va con
il soffio degli angeli

Io l'abbracciai ed il mondo gir? di pi?

Che gira e va con
il soffio degli angeli

Io l'abbracciai e restai cos?, cos?

view 4,517 times

comments